Festival dell’Oralità Popolare

Dedicato alla trasmissione dei saperi, il Festival dell’Oralità Popolare Nasce nasce dalla consapevolezza di vivere in una collettività che esprime il bisogno di cercare nuovi modelli di socialità. In particolare i più giovani guardano con attenzione ai riti ed alle festa di antica memoria, e sono al centro di questa riflessione, in maniera non retorica, senza cercare passati idilliaci, ma con la voglia di guardare avanti.

I tre giorni di piazza sono il momento performativo del lavoro in Rete: enti, associazioni, scuole, ricercatori e volontari di tutta Italia s'incontrano e portano gli esempi di quella cultura che ha come comune denominatore la "cura della comunità". Progetti che rappresentano altrettanti tentativi di riallacciare un rapporto sociale sfilacciato, individuale, pieno di ferite. Questa volta quei progetti dialogano, si contaminano, cercano di capire come poter essere replicati da una parte all'altra del territorio. Come è accaduto a "Indovina chi viene a cena?" che, partito da Torino, oggi è presente in altre 10 città e continua a diffondersi. Oppure come sta succedendo all'Archivio partecipato, iniziato con il dono della biblioteca personale del Professor Tullio De Mauro,  e che, con l'ausilio di una App per Smart Phone, continuerà a implementarsi attraverso le attività con le scuole e il territorio.

Vorremmo fossero "semi" positivi quelli che il soffione della Rete sparge tutti gli anni e che con sempre più frequenza condividiamo nelle politiche pubbliche e nelle grandi manifestazioni   culturali: segno che la Cultura è "contagiosa" e può avere un ruolo sociale quando temi e parole diventano quotidiani.

Un'idea di Cultura Popolare non ferma, che ha rispetto per il passato e fa della memoria materia viva, in grado di accogliere, anche attraverso le nuove tecnologie, le complessità di oggi.

Il Festival dell’Oralità Popolare, dal 2011, è insignito della medaglia di bronzo del Senato della Repubblica, e riceve l’adesione della Presidenza della Repubblica e il patrocinio della Camera dei Deputati. 

 

RADIO-RETE-85x83

OP E’ IN DIRETTA WEB RADIO

Tradi Radio. Tradizione e Tradimento, la web radio della Rete in diretta dalle piazze del Festival

 

 

 

Imm op-14Festival dell'Oralità Popolare 2014 - 4 e 5 ottobre

Torna per il 9^ anno in Piazza Carlo Alberto. Sono aperte da ora le prenotazioni per la grande tavolata di "Indovina chi viene a cena?"

In queste edizioni abbiamo ci siamo concentrati sulla trasmissione di quei "saperi", che sapessero raccogliere il "testimone" della tradizione e innovarlo, con particolare attenzione alle generazioni di domani: affinché riti, feste, buone pratiche possano circolare direttamente, da una mano all’altra, da una generazione all’altra, ma con la consapevolezza che il transito comporta l’innovazione, il trovare nuovi modi di “fare”.

I tre giorni di piazza sono il momento narrativo del lavoro in Rete: enti, associazioni, scuole, ricercatori e volontari di tutta Italia s'incontrano e portano gli esempi di quella cultura che ha come comune denominatore la "cura della comunità". Progetti che rappresentano altrettanti tentativi di riallacciare un rapporto sociale sfilacciato, individuale, pieno di ferite. 

Leggi tutto...

OP-13 -imm-webFestival Internazionale dell'Oralità Popolare 2013
Il temi e i progetti  2013
 

 

 

 

 
 
 

Leggi tutto...

OP-13 -imm-webFestival Internazionale dell'Oralità Popolare 2013

Il programma 2013
 

 

 

Leggi tutto...

OP-13 -imm-webFestival Internazionale dell'Oralità Popolare 2013

dal 7 all' 9 giugno 2013, Piazza Carignano e Carlo Alberto, Cantieri OGR Torino

Leggi tutto...

Sede nazionale:  Via Piave 15 - 10122  Torino Tel. +39  011/4338865 - Fax. +39 011/4368630 em@il:  info@reteitalianaculturapopolare.org - P.IVA 09555030015 - C.F. 08911340019