Tony Esposito sostiene la Cultura Popolare

“La cultura popolare è la base da dove bisognerebbe partire...è il riferimento solido che ci conferisce identità,senza di essa ci troveremmo omologati in un mare di manifestazioni prettamente estetiche..prive di contenuti..ritualità...magie...Il mercato del consumo veloce delle arti tende a sdrammatizzare e svilire la tradizione perchè privando l'opera dai contenuti può adattarla ad un gusto che non richiede il minimo impegno sia nell'ascolto che nella visione, per cui prodotti che ben si inseriscono nel mercato globale del "fast food/usa e getta" dell'arte. Nella musica (mia competenza) la mancanza di riferimenti popolari ha determinato nei prodotti scarsa qualità, sonorità pressocchè simili in tutti i generi ed una corsa sfrenata al "motivetto" di facile consumo che deve ricordare assolutamente migliaia di altri  motivetti già sentiti.. se un arrangiamento funziona ecco allora che per un anno ci saranno cloni uguali...tutto ciò è così lontano dalla enorme varietà colorata e multiforme della musica popolare.Debbo aggiungere che tutto ciò voluto da scellerati direttori artistici della discografia, ha determinato una profonda crisi del settore.. ed un vuoto di riferimenti negli ascoltatori sopratutto i giovani, che solo in pochi riescono ad intraprendere un più faticoso cammino di ricerca personale. Musica popolare come coscienza storica, come radice da dove attingere ed evolversi,come continuità. Io sono nato in un territorio dove la cultura popolare è molto sentita,ne ho preso il gesto...l'invenzione.. gli strumenti...e ne ho fatto base per il mio percorso personale.. onirico e visionario.”

Tony Esposito

 

Sede nazionale:  Via Piave 15 - 10122  Torino Tel. +39  011/4338865 - Fax. +39 011/4368630 em@il:  info@reteitalianaculturapopolare.org - P.IVA 09555030015 - C.F. 08911340019