Fais une donation

OPPURE

C'è un modo per sostenere la Rete che non ti costa nulla: devolvere il 5*1000 della tua dichiarazione dei redditi alla Rete Italiana di Cultura Popolare.
Il codice fiscale è 08911340019. Clicca qui per maggiori informazioni
 

Notizie dal Calendario Rituale

banner-calendario riti e feste

Social Network

banner-fbbanner-youtube

banner-tw

RSS Feed

feed-image News




INDOVINA CHI VIENE A CENA?
Come è andata...

Sabato 25 Febbraio





cena-1
FAMIGLIA CINESE
Un invito ricambiato
La cena di sabato scorso a mio parere è andata bene. Naturalmente non si è parlato solo di cibo che tra l'altro mi è piaciuto molto. I padroni di casa ci hanno raccontato della loro vita a Torino e delle amicizie che hanno, inoltre dei viaggi nelle città che hanno visto. Ho pensato di invitarli per sabato prossimo a casa mia e hanno accettato volentieri la mia proposta. La cena sarà tutta Italiana (eviterò i formaggi, per loro sono problemi). Spero che tutto vada bene…
Leonello Fabbian


La mia cena cinese
La mia cena dagli ospiti cinesi è andata benissimo! Ne è valsa proprio la pena. Grazie
Emanuela Marangon


cena-2
FAMIGLIA PERUVIANA
Una curiosità doppia
Sabato 25 febbraio è stata la mia prima esperienza di Indovina a chi viene a cena? La mia curiosità era doppia, non vivendo a Torino e quindi era tutto nuovo, anche i compagni di cena. E' stata una serata molto piacevole. Grazie ad Ana e alla sua famiglia per l'ottima cena e per quanto mi hanno fatto scoprire del loro Paese di provenienza. Un ringraziamento particolare va alla signora Estella che ci ha emozionato con i canti tipici e con il suo sorriso. Mi è piaciuta molto la condivisione con gli altri ospiti della cena, lo scambio che si è creato. Cercherò di ripeterla, a Torino e, se ci riesco, a Roma.
Massimo Zio

Riuscirò a stupirmi anche questa volta? 
Alla cena del 25 febbraio sono stato ospite di una magnifica famiglia peruviana. Ad ogni appuntamento, ogni volta che entri in queste case ti chiedi: "riuscirò a stupirmi anche questa volta?". Ebbene sì anche questa volta, come ogni altra, mi sono stupito. Mi sono sorpreso di quanto può essere calda l'accoglienza di persone che ti vedono per la prima volta, di quanto può essere piacevole una serata con persone che non hai mai visto. Eppoi..... Stella con il suo magnifico costume  le sue canzoni… Bello, bello.
Paolo Viletto

La reciproca curiosità
Sabato 25 febbraio abbiamo vissuto la nostra  prima esperienza nel progetto “Indovina chi viene a cena”. La nostra valutazione è senza dubbio positiva. Il clima è stato molto caloroso: su questo, peraltro, non avevamo dubbi. Desideriamo invece sottolineare il valore aggiunto dello spirito che, nella serata, è emerso senza difficoltà: quello della reciproca curiosità e del sincero interesse ad ascoltarsi e confrontarsi con libertà e semplicità.  D’altronde, la motivazione della nostra adesione era proprio questa: quella di cogliere l’occasione per mettersi in relazione non tanto e non solo per cercar di aiutare, ma anche per cercare di arricchire noi stessi includendo elementi di culture e vissuti diversi dal nostro. Noi crediamo che queste inclusioni siano elementi primari non solo per la ricerca della saggezza personale, ma anche di percorsi di pacificazione sostanziale. Certamente le persone ospitanti si sono rivelate “vicine” e quindi il nostro obiettivo è stato raggiunto in modo un po’ troppo facile. Crediamo perciò  che la sfida del Progetto consista nel perseguire tre caratteristiche: la perseveranza (che crediamo sia necessaria tutte le volte che si vuole mettere in gioco la cultura), l’estensione del numero degli ospitanti ed il “rischio” (positivo) di vivere confronti meno protetti e la promozione dell’iniziativa anche dal lato degli ospitati sottolineandone il  “valore per noi” (spesso è più facile aiutare che sentirsi desiderosi di aiuto). Complimenti: noi ci siamo!
Angiola Maria e Leonardo

 

cena-3
FAMIGLIA ROMENA
La curiosità di fare una nuova esperienza
Presi dalla curiosità di fare una nuova esperienza, abbiamo accolto la proposta di partecipare all'iniziativa "Indovina chi viene a cena". Ci siamo così trovati (siamo una coppia di nonni) in una casa semplice e spartana, accolti con grande spontaneità e calore da Oana, giovane donna romena, che, su una tavola apparecchiata in modo allegro e colorato, con stoviglie dell'artigianato romeno, ci ha offerto ottimi cibi della sua terra (la Bucovina regione della Moldavia romena) che in parte ci hanno richiamato anche i nostri usi (polenta e funghi).  Dato che la convivialità favorisce il dialogo, dal tema della cucina siamo passati presto a parlare di esperienze lavorative e sociali, di cultura, di bellezze artistiche e naturali, di problemi politici non solo della Romania e dell'Italia  e abbiamo avuto occasione di confrontarci con altri Paesi, perché la terza ospite presente con noi era una giovane donna italo-peruviana, cittadina del mondo plurilingue. E' stato poi interessante ascoltare Oana che ci illustrava le caratteristiche del suo territorio di origine con riferimenti storici e artistici (la Bucovina è terra ove si trovano bellissimi monasteri). Serata positiva: insegnamento di accoglienza, spontaneità, condivisione di cibo ed esperienze nella semplicità che ti mette subito a proprio agio. Grazie Oana
Giulio e Mirella

 

cena-4
FAMIGLIA MAROCCHINA
Il couscous di Nezha
Il couscous di Nezha era davvero ottimo. E poi lei ed il marito  sanno mettervi subito a vostro agio con la loro simpatia e la serata scivola via piacevolmente parlando di molte cose. 
Giorgio e Brunella


cena-1
FAMIGLIA ARGENTINA
I miei antenati emigrati in Argentina
Sabato 25 febbraio abbiamo partecipato per la prima volta a Indovina chi viene a cena? a casa di una famiglia Argentina. Tutti le sorelle e i fratelli di mia nonna materna sono emigrati in Argentina all’ inizio del ventesimo secolo, c’era quindi in me la curiosità di conoscere la vita quotidiana e le abitudini alimentari di quel paese. La mia curiosità è stata soddisfatta, la cena è stata gradevole, la conversazione schietta e chiarificatrice sui vari problemi esistenti sia in Argentina che in Italia. Vogliamo ulteriormente ringraziare per l’accoglienza ricevuta e un plauso a tutte quelle persone che, aprendo la loro casa, vogliono conoscere e farsi conoscere.
Olga (e Luciano)


Clicca QUI per sapere come è andata la cena precedente


Sede nazionale:  Via Piave 15 - 10122  Torino Tel. +39  011/4338865 - Fax. +39 011/4368630 em@il:  info@reteitalianaculturapopolare.org - P.IVA 09555030015 - C.F. 08911340019